Còccias de casu

Sinonimi

ND

Descrizione

Ravioli dolci ripieni di formaggio di capra fresco
acido -

Area

Sulcis

Preparazione e ingredienti

Si prepara la pasta con la farina, l’acqua e lo strutto (s’ollu ‘e proccu), L’impasto lavorato si tira
in sfoglia sottile (su pillu) in un tavolo di legno. A parte si prepara il ripieno con il formaggio fresco di
capra, uova , zucchero e poco limone. Sulla sfoglia inferiore si dispone il ripieno ad intervalli regolari,
si ricopre con un’altra sfoglia e si taglia il tutto con un coltello formando dei ravioli dalla forma
romboidale ma aperti ai lati.I rettangoli o rombi così ottenuti si friggono in abbondante olio o strutto, si
spolverano di zucchero e si servono caldi.La particolarità di questi dolci consiste nel fatto che la
sfoglia rimane aperta su tutti i lati, senza perdere il ripieno che aderisce alla pasta gonfiandosi durante
la cottura.
Descrizione del prodotto.
Forma: rettangolare o romboidale, aperte ai lati
Colore: dorato esternamente, bianco-giallo all’interno
Consistenza: croccante esternamente
Gusto: dolce
Utilizzo: dessert

Fonte Foto :

Tradizione e note storiche

Is coccias de casu vengono prodotte da oltre un secolo, come attestato dagli anziani di
Santadi.Generalmente si preparavano per Natale e durante il Carnevale.La sfoglia viene ancora tirata
a mano da alcune informatrici, mentre altre utilizzano le macchine per la pasta elettriche o a
manovella.

Atrezzatura

Fonti per i contenuti di questa sezione: 

>Elenco dei prodotti tradizionali ossia quei "prodotti agroalimentari le cui procedure risultano consolidate redatto dall'Assessorato dell'Agricoltura e Riforma Agropastorale Servizio Sviluppo delle Filiere Agro alimentari e dei mercati

>SardiniaPoint.it

IMG_6712_edited.jpg